Arredo bagno: mobili in legno e umidità

Mobili e arredobagno, quali materiali scegliere per evitare problemi legati all’umidità?

La condensa e il vapore possono costituire un problema per i mobili del bagno. Le goccioline che si formano su lavabi, WC, docce e vasche, evaporando, producono un alto tasso di umidità che può danneggiare i mobili e l’arredo del bagno, se non sono costruiti con determinati materiali e criteri. Per risolvere il problema, arieggiare il bagno non è sufficiente! Quando l’umidità penetra nel legno, le parti interessate si gonfiano. I pannelli di legno, se bagnati, possono infatti deformarsi e, nel peggiore dei casi, i cassetti e le ante dell’arredo bagno non si chiuderanno più correttamente. Tutti questi problemi si possono prevenire scegliendo i mobili giusti per l’ambiente bagno.

Come scegliere i nuovi mobili del bagno?

Due sono gli elementi fondamentali a cui fare attenzione: i materiali strutturali e i rivestimenti superficiali.

I materiali

Il legno è il materiale più comunemente utilizzato nella produzione di mobili per il bagno. Esistono diverse tipologie di pannelli: multistrato, truciolare, MDF o massello. A seconda della loro composizione, i pannelli reagiscono in modo diverso all’umidità dell’aria risultando più o meno adatti alla costruzione di mobili per il bagno.

  • Il multistrato probabilmente è la scelta migliore. È un materiale meno soggetto a deformazioni rispetto al legno massello, grazie al fatto che i singoli strati sono incollati trasversalmente. I rigonfiamenti dovuti all’umidità sono di gran lunga inferiori rispetto ad altre tipologie di pannello. È un materiale resistente alla piegatura e facilmente perforabile dalle viti: in poche parole, un’ottima scelta per i mobili del bagno.
  • I pannelli in MDF sono composti da un impasto di fibre di legno mescolate con collanti e pressate. La superficie è liscia, molto adatta a essere verniciata o rivestita. Per contro, i pannelli in MDF sono più pesanti, rispetto a quelli in truciolare, e più costosi. Hanno un ottimo grado di idrorepellenza e si prestano alla costruzione di mobili da bagno. Una volta verniciati o rivestiti con prodotti di qualità, non temono rigonfiamenti e formazione di muffe.
  • Il truciolare nella sua forma grezza non è adatto al bagno, perché in ambienti umidi tende a gonfiarsi irreversibilmente. Questo problema può essere evitato scegliendo un buon rivestimento superficiale. Con le giuste lavorazioni, anche i mobili in truciolare possono costituire una valida alternativa per il bagno.
  • Il legno massello invece si gonfia rapidamente quando esposto all’umidità e non esistono accorgimenti che possano cambiare questo dato di fatto. Tra l’altro, è piuttosto costoso. Per i mobili del bagno, sconsigliamo l’uso del legno massello.
Mobili da bagno Geberit Selnova resistenti all’umidità

I rivestimenti

Nella loro forma grezza tutti i materiali proposti, oltre a non essere particolarmente attraenti, sono sensibili all’umidità: devono infatti essere rivestiti. E qui entrano in gioco numerose possibilità. I rivestimenti superficiali dei mobili sono la scelta più facile e meno costosa, ma anche in questo caso la qualità è determinante. I rivestimenti economici applicati ai mobili del bagno sono soggetti a graffi e tendono a scollarsi lasciando penetrare l’acqua nel pannello e danneggiando il mobile. Per contro, i rivestimenti di alta qualità dallo spessore importante, come quelli usati da Geberit, sono robusti e richiedono una manutenzione minima.

  • Il melamminico è un laminato composto da resine, carte decorative e da uno strato superficiale trasparente. Si tratta di un materiale molto robusto e, di conseguenza, è un’ottima scelta per il bagno.
  • Il piallaccio è un foglio di legno dello spessore di circa un millimetro, da incollare sul pannello in truciolare o in MDF. L’aspetto finale è molto simile a quello del legno massello, ma rispetto al massello l’impiallacciatura è meno costosa e più stabile. Naturalmente, i pannelli impiallacciati devono essere verniciati o trattati, altrimenti sarebbero eccessivamente sensibili all’alto tasso di umidità presente nel bagno.
  • La vernice fornisce l’effetto lucido che tanto piace sui mobili del bagno. Si tratta di un processo complesso e costoso: dopo la verniciatura, la superficie deve essere levigata e lucidata per rendere il mobile impermeabile e a prova di graffio.
  • Il vetro ha il vantaggio di essere totalmente insensibile all’umidità. Per i mobili del bagno, è solitamente abbinato a pannelli in MDF o in truciolare dipinti di bianco, nero o antracite. Regala un effetto ultra-lucido e protegge il mobile dall’umidità.

Valore aggiunto per te Troverai ispirazione e assistenza per la progettazione del tuo nuovo bagno

Idee per il bagno


Ti presentiamo tante interessanti soluzioni Geberit per il bagno, tra le quali potrai trovare quelle che meglio si adattano alle tue esigenze.

Contatto


Sei interessato al bagno Geberit? Ti invitiamo a compilare il modulo e inviarcelo. Risponderemo alle tue domande.

Newsletter


Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità Geberit, per bagni che migliorano la vita.

Rimani sempre aggiornato

Immagini dei nostri "Suggerimenti"

Iscriviti alla nostra newsletter per non perdere nessuna novità, evento o consiglio per il bagno. Rimani sempre aggiornato sui nuovi prodotti, le attività e i nostri utili suggerimenti sulla pulizia, l’ottimizzazione degli spazi, comfort, design, facilità d'uso e accessibilità in bagno.

Iscriviti alla nostra newsletter

Qual è il bagno giusto per te?

Quali sono esattamente le tue esigenze? È più importante l'ottimizzazione degli spazi, l'igiene o il design? Desideri prodotti facili da utilizzare o preferisci il comfort del vaso bidet Geberit AquaClean? Per rispondere alle tue esigenze, ti suggeriamo le nostre soluzioni intelligenti che semplificano la vita.

Più spazio
Più igiene
Design più funzionale
Più comfort
Maggiore accessibilità
Più facilità di utilizzo